Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.

Cosa fa


Coordinamento Istituzionale

  • Costituire l’Ufficio di Piano, disciplinarne il funzionamento ed assumerne la direzione politico-istituzionale;
  • Nominare e revocare il Responsabile ed i componenti dell’Ufficio di Piano;
  • Costituire, regolamentare il funzionamento, individuare e sostituire i componenti ed il Coordinatore Tecnico del Servizio Sociale Professionale di Ambito;
  • Costituire, regolamentare il funzionamento, individuare e sostituire i componenti ed il Coordinatore Tecnico del Segretariato Sociale Professionale  di Ambito articolato in N° 6 front-office municipali;
  • Deliberare sull’operatività dei servizi e degli interventi previsti dal Piano di Zona;
  • Approvare gli indirizzi per la gestione delle risorse necessarie per l’attuazione degli interventi previsti dal Piano di Zona;
  • Deliberare sui regolamenti e sugli atti necessari a disciplinare l’organizzazione ed il funzionamento degli interventi e dei Servizi socio-assistenziali;
  • Deliberare  le necessarie modifiche al Piano di Zona, in occasione degli aggiornamenti periodici ovvero in esecuzione di specifiche integrazioni e / o modifiche richieste dalla Regione;
  • Deliberare sui Protocolli d’Intesa e sugli altri atti finalizzati a realizzare il coordinamento delle azioni riferibili al Piano di Zona;
  • Approvare il bilancio ed il rendiconto delle attività finanziate in attuazione del Piano di Zona.

» Torna su

Ufficio di Piano

L’Ufficio di Piano, quale ufficio comune dell’Associazione dei Comuni dell’Ambito, ed organo tecnico-strumentale della medesima, cura l’attuazione del Piano Sociale di Zona, ed, in particolare,  ai sensi dell’art.14 dell’Accordo di Programma, e dell’art. 11 della Convenzione per la Gestione Associata delle Funzioni e dei Servizi Socio-Assistenziali, ha le seguenti competenze:

  • Predisporre gli atti per l’organizzazione e l’affidamento dei servizi, e la conseguente gestione delle procedure individuate;
  • predisporre i Protocolli d’Intesa e gli atti finalizzati a realizzare il coordinamento delle azioni riferibili al Piano di Zona;
  • predisporre, con l’ausilio del Servizio Sociale Professionale di Ambito, gli atti di programmazione per l’attuazione del Piano di Zona;
  • dirigere, sotto il profilo amministrativo, il Servizio Sociale Professionale di Ambito e il Segretariato Sociale Professionale di Ambito, articolato in n. 6 front-office municipali;
  • organizzare, attraverso la rete del Segretariato Sociale di Ambito ed il Servizio Sociale Professionale di Ambito, la raccolta delle informazioni e dei dati presso tutti i soggetti attuatori dei servizi, al fine di realizzare il sistema di monitoraggio e valutazione;
  • predisporre tutti gli atti necessari all’assolvimento dell’obbligo di rendicontazione da parte del Comune Capofila, custode e affidatario del fondo complessivo dell’Ambito;
  • elaborare, con l’apporto tecnico del Servizio Sociale Professionale di Ambito, proposte, indicazioni e suggerimenti, da rivolgersi al Coordinamento Istituzionale, in tema di iniziative di formazione e aggiornamento degli operatori, di gestione ed eventuale rimodulazione delle attività previste dal Piano di Zona.
  • relazionare periodicamente, con cadenza almeno semestrale, al Coordinamento Istituzionale sullo stato di attuazione del Piano di Zona, con l’indicazione del livello di attuazione e del grado di soddisfazione dell’utenza.
  • curare l’esecuzione delle deliberazioni del Coordinamento Istituzionale;
  • esercitare le attività di controllo e vigilanza sui servizi.

L’Ufficio di Piano, inoltre, è responsabile delle seguenti attività:

  • promozione, con l’ausilio del Servizio Sociale Professionale di Ambito, dei processi di integrazione tra i servizi istituzionali e le realtà locali interessate dal Piano Sociale di Zona;
  • coinvolgimento, con l’ausilio del Servizio Sociale Professionale di Ambito, in tutte le fasi di lavoro dei soggetti pubblici e privati operanti nel campo delle politiche sociali;
  • coordinamento, con l’ausilio del Servizio Sociale Professionale di Ambito, dei programmi e delle azioni degli Uffici Servizi Sociali dei Comuni dell’Ambito, in relazione alle finalità e agli obiettivi del Piano Sociale di Zona;
  • predisposizione di tutti gli atti e gli adempimenti a valenza sovracomunale, incluse le attività di segreteria e di amministrazione;
  • predisposizione ed emissione di tutti gli atti di gestione finanziaria, in particolare di quelli necessari per la gestione corrente dell’Ufficio di Piano medesimo (spese per il funzionamento, per l’acquisto di beni strumentali e di beni di consumo etc);
  • aggiornamento periodico del Piano Sociale di Zona e progettazione di dettaglio, salvo l’apporto tecnico del Servizio Sociale Professionale di Ambito, in applicazione degli indirizzi regionali e/o di specifiche esigenze territoriali;
  • svolgimento, con il supporto del Segretariato Sociale Professionale di Ambito, di azioni informative, pubblicitarie e di sensibilizzazione per amministratori, operatori sociali e sanitari, scuole, famiglie, cittadini, etc.

» Torna su

Servizio Sociale professionale

 Il servizio offre la valutazione professionale del bisogno e la definizione di un progetto personalizzato, la presa in carico della famiglia o della persona e l'attivazione e l'integrazione dei servizi e delle risorse in rete.

Chi può richiederlo:
Può essere richiesto direttamente dal singolo cittadino

come si accede:
a domanda

Spese a carico dell'utente:
nessun costo a carico della persona, il servizio è completamente gratuito.
Funzioni:
Il Servizio Sociale Professionale di Ambito:

  • opera per la valorizzazione della centralità delle persone e della loro capacità di scelta ed autodeterminazione;
  • svolge attività di aiuto ai singoli, ai gruppi, alle famiglie per lo sviluppo delle capacità atte ad affrontare, gestire e risolvere i problemi;
  • svolge funzioni di programmazione, organizzazione, coordinamento tecnico e valutazione degli interventi e dei servizi sociali.

In particolare, il Servizio Sociale Professionale di Ambito svolge le seguenti funzioni:

  • coordinamento tecnico, supervisione, accompagnamento, monitoraggio e valutazione, dei servizi del sistema integrato di Ambito;
  • presa in carico dei casi e predisposizione di progetti di intervento personalizzati, in ragione delle competenze di Ambito, d’intesa con gli altri attori coinvolti, e tenuto conto delle eventuali disposizioni di organi giudiziari;
  • realizzazione di forme di cooperazione tecnica ed integrazione con altri attori sociali, pubblici e privati;
  • rilevazione, monitoraggio, analisi e valutazione di nuovi bisogni, anche con l’ausilio di esperti esterni,  ed elaborazione di proposte di intervento.

Inoltre:

  • conosce ed approfondisce, con il supporto del Segretariato Sociale di Ambito, attraverso analisi studi e ricerche, bisogni e problemi sociali, domanda effettiva di prestazioni di interventi, risorse disponibili, reali e potenziali, e provvede al monitoraggio dell’efficacia e dell’efficienza dei Servizi;
  • partecipa alle Unità di Valutazione Multidimensionale/Multidisciplinare (UVM) dei bisogni, ai fini dell’integrazione socio-sanitaria;
  • partecipa ed organizza, anche in collaborazione con enti pubblici e privati, attività di aggiornamento e formazione per gli operatori dei servizi sociali e socio-sanitari;
  • collabora con le risorse territoriali del Terzo Settore per l’attivazione di interventi coordinati;

Svolge, infine, ogni altra attività professionale funzionale alla realizzazione degli interventi e servizi sociali previsti dal Piano di Zona.

» Torna su

Pronto intervento sociale

Il Servizio di “Pronto Intervento Sociale” rappresenta una tipologia d’intervento individuato dalla normativa quale livello essenziale di assistenza sociale (LIVEAS).
Il Servizio di Pronto Intervento Sociale è funzione propria del Servizio Sociale Professionale, che lo coordina, e risponde alla esigenza di soddisfare, temporaneamente, i bisogni primari del singolo e della famiglia (art. 85 Reg. Reg. n. 4/2007), quando si manifestino in circostanze emergenziali, e richiedano, per la gravità della situazione, o la specificità del contesto, interventi immediati e improcastinabili.
È  un Servizio preposto al trattamento delle emergenze/urgenze sociali, in grado di affrontare le emergenze sociali in tempi rapidi ed in maniera flessibile, in rete con gli attori sociali, pubblici e privati del territorio dell’Ambito.
Prevede l'attivazione d’interventi e prestazioni, tra loro interconnessi, capaci di garantire tempestivamente un sostegno sociale e/o sistemazione alloggiativa, in attesa della presa in carico del Servizio Sociale Professionale, preposto alla elaborazione del progetto individualizzato.
Il Servizio di Pronto Intervento Sociale si rivolge a singoli, famiglie e minori in condizione di emergenza sociale.
Si realizza mediante un’azione, sviluppata sinergicamente e tempestivamente tra i diversi attori coinvolti, e offre una risposta immediata (entro un’ora dalla segnalazione) ai bisogni sociali che si presentino con la caratteristica dell’emergenza e che si verifichino al di fuori del normale orario di Servizio degli operatori del Settore Politiche Sociali.

» Torna su

Segretariato Sociale Professionale di Ambito/PUA

Attraverso i front – office, istituiti in tutti i Comuni dell’Ambito, il Segretariato Sociale Professionale di Ambito svolge le seguenti funzioni:

  • ascolto del cittadino, attraverso il colloquio diretto, per la rilevazione dei bisogni;
  • informazione e orientamento riferito ai servizi, agli interventi e alle risorse del territorio in rapporto al bisogno espresso;
  • informazione sulle procedure per l’accesso ai servizi;
  • invio delle istanze al Servizio Sociale Professionale di Ambito, o al Servizio Sociale Professionale Comunale, in ragione delle rispettive competenze;
  • raccolta di reclami riguardo ad eventuali disservizi, carenze o ostacoli sull’accesso ai servizi;

Sono attività di back office:

  • ascolto finalizzato alla lettura e decodifica della domanda presentata dall’utente;
  • raccolta e diffusione dati ai servizi pubblici territoriali;
  • mappatura delle reti istituzionali e delle risorse formali ed informali;
  • monitoraggio e controllo dei flussi informativa interni ed esterni all’Ente anche attraverso il collegamento con banche dati di altre Istituzioni presenti sul territorio;
  • predisposizione, in collaborazione con il Servizio Sociale Professionale di Ambito, della modulistica per la fruizione dei servizi erogati dall’Ambito;
  • messa in atto, in presenza di situazioni di fragilità sociale, di modalità di orientamento e di accompagnamento, affinché l’utente possa avvalersi di servizi e prestazioni;
  • attivazione del Servizio di Pronto Intervento Sociale in presenza di situazioni problematiche che richiedono interventi specifici e/o urgenti;
  • input alla programmazione degli interventi del Servizio Sociale Professionale.
  • analisi del grado di soddisfazione del cittadino.

» Torna su

“Sportello Immigrazione”.

Il servizio, garantito in tutti i Comuni dell’Ambito, in collaborazione con il Centro per l’impiego, le Scuole e le Associazioni propone di:
    • Garantire agli immigrati l’accesso ai Servizi
    • Garantire informazione e  orientamento
    • Promozione dei diritti di cittadinanza
    • Favorire l’integrazione sociale
    • Favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro
    • Creare una banca dati specifica.

    Tale Servizio nello specifico garantisce:

    • Iniziative di informazione e orientamento
    • Iniziative volte all’integrazione socio-culturale
    • Informazione, consulenza ed orientamento
    • Disbrigo pratiche burocratiche
    • Compilazione elettronica istanze di richiesta dei Titoli di Soggiorno
    • Inoltro delle domande per il Ricongiungimento Familiare
    • Produzione e diffusione di brochure informative
    • Informazione su corsi di formazione e qualificazione professionale
    • Collegamenti con le scuole, le associazioni e le strutture che operano nel settore
    • Consulenza giuridica sulla normativa immigratoria
    • Raccolta ed inserimento dati relativi al fenomeno
    • Monitoraggio del fenomeno

    » Torna su

Ambito Territoriale Sociale di Galatina - Comune di Galatina - 73013 Galatina (LE)
Tel. 0836 633 453/454 - Fax 0836 633 460 - E-mail: info@ambitozonagalatina.it
ClioCom copyright 2017 - Clio S.p.A. Lecce - Tutti i diritti riservati